Passa ai contenuti principali

Telelelemucinarifrrr

soundtrack: Radio Song - Superbus
avvertenza: se in certi punti sembra che scleri, non posso darvi torto.

Ma lo aggiorniamo un po' questo blog?
Ora che il profumo della primavera e dell'aria calda pervade i nostri giardini (di chi ce l'ha almeno), ora che i cinguettii di uccellini cinguettosamente cinguettanti ci svegliano la mattina (troppo presto, porca vacca, proprio sotto la mia finestra??), arrivano i telelelemucinarifrrr mentre in teoria i telelelemarungit dovrebbero essere tutti morti stecchiti (ma io ne ho visti ancora, sappiatelo, nonostante in pochi sappiano di che parlo, temo), e insomma, visto che siamo in cambio di stagione, aggiorniamolo pure.

Ma solo a me quando arriva la primavera viene la nostalgia dell'inverno? Tutto si risveglia, e pure io eh, ma un po' di quella pigrizia invernale faccio fatica a scrollarmela di dosso, e ogni tanto mi manca dovermi infilare cappotto e sciarpa prima di uscire... sono protettivi!
Comunque sono abbastanza freddolosa da sopportare l'inverno quel po' che basta per sopravviverci, anche se poi al freddo ci si abitua sempre.
Spero solo che questa stagione prometta bene, anche la successiva e il resto dell'anno per lo meno, insomma visto che i presupposti ci sono tutti. Oltretutto non sto nemmeno risentendo dell'effetto sonnarella da caldo improvviso, ma quello dev'essere perché sono entusiasta e felice nonostante un po' di stanchezza la senta pure io. Entusiasmo + sole = carica di adrenalina senza pari!
Be' dunque, come dicevo qualche post fa, c'è gente che ho conosciuto... oddio se ci ripenso mi viene da ridere. AAAAh com'è paradossale la vita, all'inverosimile!!! Paradox paradox, uno dietro l'altro.. la la la...(l'ultima frase va cantata). Oddio oddio, scusate, ridarella improvvisa e improvvida (attenzione agli accenti), ma non sto a spiegare, è una storia lunga. Ah ah (detto molto molto ironicamente, ah ah). Se l'avessi saputo quel freddo giorno di febbraio avrei visto tutto in prospettive differenti, e avrei iniziato a ridere un po' prima. D'altra parte abbiamo un'età in cui i supereroi si ridimensionano, eh!!

Sto leggendo J.G. Ballard: una scoperta di qualche anno fa che però non avevo poi approfondito. «Un gioco da bambini», ve lo consiglio: in barba a tutte le iperprotezioni con cui la società cerca di salvare i figli da ciò che può essere violento, deviante, insicuro, privo d'amore, la reazione di chi ha bisogno in qualche modo di tornare a provare emozioni. Se ci privassero del dolore, come potremmo capire la differenza? Se non proviamo ciò che è sbagliato, come capire la differenza?
L'indifferenza è peggio, il controllo continuo su tutto è peggio.
Ora voglio sentirmi anch'io spontanea ed emotiva, seguire un po' l'aria di questa primavera...

P.S. No, non ho parlato del terremoto in Abruzzo, le parole non servono a molto, né le polemiche, la cosa migliore che potrei fare sarebbe piuttosto star zitta e lavorare di mani là dove serve.

P.P.S. Rivorrei delle cose. Concretamente.
Astrattamente parlando, invece, non ne rivorrei mai altre... D'altra parte i proverbi non li hanno mica inventati a caso... ^_^

P.S. del P.P.S. Perché le sigarette finiscono sempre così in fretta?

Commenti

:Ninja: ha detto…
NOOOO!!!!non mi dire che fumi?!?!!?

p.s. bello questo articolo... un pò da sclero ma bello!
Miky ha detto…
ehm... be'... ecco... ma smetto quando voglio!!!!
comunque lo sai, le ragazze cattive bevono, fumano, ascoltano il rock'n'roll e si dipingono le unghie di colori tipo viola, nero ecc. ecc.
smetterò, promesso. avevo già smesso, ma poi mi fanno venire "la nervosa" e ricomincio...

grazie! e il film quando lo potremo vedere?? per quante persone c'è posto? posso portare gente? ;-) ho visto che avete anche l'articolo sul messaggero, fichi!!
:Ninja: ha detto…
ma dai!!! fumare, se ci pensi, è la cosa più inutile del mondo e per farlo devi pure spendere soldi! è dannosa e ti fa venire l’alito da “uomo” ^_^

per il resto mi piacciono le “cattive ragazze” che si mettono lo smalto viola o nero e che ascoltano il rock & roll...

per la prima del film ‘sto organizzando la serata all’antico teatro arrigoni di san vito (bellissimo) credo che la proizione sarà fatta in maggio, ma le date le saprò la prox settimana, credo...

l’ingresso è ad invito quindi non avrò problemi ad invitarti (visto che oltre al protagonista e creatore della colonna sonora e degli effetti visivi sono anche l’organizzatore della serata), più che altro non so quanti tuoi amici posso invitare.

abbiamo un centinaio di posti (buoni) tu e una tua amica/amico di sicuro, altri, vediamo da quanti posti liberi!

kisses
Miky ha detto…
Mi tocca darti ragione sul fumo, in ogni caso smettere è in programma! Promesso!

Guarda tranquillo, per i posti se ti va bene tenerne uno per me e per un'altra persona non di più, poi comunque vedremo quando sai la data.

bellissimo sì quel teatro, ci ho visto uno spettacolo un paio di anni fa, era riaperto non da molto!

Post popolari in questo blog

15 motivi per vietare i matrimoni gay in Italia

Essere gay non è naturale. I veri italiani rifiutano ciò che è innaturale, come gli occhiali, le scarpe, il poliestere e l’aria condizionata.Il matrimonio gay spingerà le persone ad essere gay, allo stesso modo in cui vedere in giro persone alte fa diventare tutti alti.Legalizzare il matrimonio gay aprirà la strada a ogni tipo di stile di vita folle. Le persone vorranno sposare i propri animali domestici, perché ovviamente un cane ha una personalità giuridica e i diritti civili per sposarsi, nonché la capacità di dichiararsi consenziente o meno al contratto giuridico.Il matrimonio eterosessuale esiste da moltissimo tempo e non è mai cambiato minimamente; le donne infatti sono ancora una proprietà del marito, le nozze sono decise dai genitori, il padre ha il diritto di vita e di morte sui figli, i neri non posso sposare i bianchi e il divorzio non esiste.Il matrimonio eterosessuale perderà valore se sarà permesso anche ai gay di sposarsi. La santità dei sette matrimoni di Liz Taylor ve…

Una tradizione è una tradizione

No ragazzi, qui siamo quasi fuori tempo massimo e io ancora non ho postato il mitico post di Natale! Ci sono – forse – nuovi lettori che non conoscono l'unica tradizione di questo blog, ovvero, la pubblicazione della storia di Babbo Natale più bella di sempre. Questa storia non ho mai capito se il prof Carlo Bassi l'avesse riscritta con parole sue, copiata da qualche altra parte, o magari semplicemente tradotta dall'inglese. Il blog su splinder del prof è stato uno dei primi nei quali mi sono imbattuta quando ancora non sapevo cosa fosse un blog, quando da poco avevo iniziato il tirocinio da redattrice e cercavo qualche risposta a qualche dubbio di traduzione dall'inglese. Il suo blog non è più attivo da qualche anno, e da qualche anno – ho scoperto di recente – il prof in questione è deceduto. Ma so che è stato mentore per molti, e a lui devo qualche dritta su come rendere meglio in italiano una frase in inglese, la scoperta di Mordecai Richler, una battuta di Winsto…

Sfiorarsi

Voi siete innamorati? No, non dovete rispondere raccontandomi i fatti vostri, ovviamente, ma è una domanda che mi fa riflettere, soprattutto perché mi è capitato di recente di vedere diverse persone che sembravano unite dalle circostanze, dagli anni, dalle decisioni prese in passato più che dall'amore. Parlo proprio di essere innamorati davvero – be', ognuno a modo proprio, comunque. Non so cosa significhi universalmente, ciascuno di noi, suppongo, considera la questione in modo diverso, ma so che a parte non poter immaginare di condividere la mia vita con nessun altro se non con lui, ci sono tutta una serie di cose che faccio perché c'è lui, (anche) grazie a lui, oppure pensando a lui, pensando alla sua felicità. Non significa che sacrifico me, significa che far felice me stessa è un modo per far felice anche lui (e lo so anche perché è lui per primo a dirmelo). Ma anche viceversa. So, per esempio, che quando compro un vestito che mi sta bene, sono contenta per come mi v…