Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da gennaio 2, 2019

Io, che sogno terremoti

Un anno nuovo è iniziato ma non è cambiato molto. Ovviamente. Di solito a gennaio non faccio buoni propositi, anche se in realtà ne faccio di continuo. A dicembre ne ho fatti alcuni e ho cercato di seguirli. Con successo altalenante, o dovrei dire scarso.
A volte mi chiedo il perché di queste sensazioni profonde che sembrano quasi insensate.
Di euforie seguite da vuoti e mancanze, malinconiche emozioni cariche di assenze.
Di queste lontananze lancinanti, questi momenti di assurdi giochi di disperamenti.
Prima di addormentarmi, o appena sveglia. Poi ci si riempie di vita e concretezza, di molte gioie e per fortuna che è così, ma quel piccolo minuscolo peso nel cuore che tuttavia non sa andarsene non se ne va.
Ecco, per l'anno nuovo vorrei sapergli dare un luogo, un tempo o, magari, se serve, un calcio. Togliergli peso, dargli ali di leggerezza. Per me e non soltanto per me.
Di recente ho letto che "la bellezza di un altro non toglie nulla alla mia bellezza". Non l'ave…