Passa ai contenuti principali

Muri

Ci sono delle cose che mi fanno arrabbiare moltissimo, per esempio il poco rispetto per i sentimenti degli altri, l'inflessibilità a tutti i costi, la convinzione di sapere da soli cos'è il meglio invece di confrontarsi con l'altro. Credo siano tutte cose che denotano una profonda insicurezza di sé, ché nascondersi dietro a una rigidità mentale a volte del tutto fuori luogo è solo un modo per erigere un muro. Facile vivere dietro un muro senza lasciare spiragli, senza lasciare che qualcuno possa un giorno arrivare a toglierti quelle certezze che piano piano ti sei costruito da solo, finendo per isolarti. Perché poi è questo che succede: non aprirsi agli altri ti fa stare in cima a una serie di convinzioni che sono diventate solide e dure come fossili, ormai, calcificazioni malriuscite perché se poi scopri di esserti arrampicato su una serie di assiomi del tutto errati, cosa fai?
Io ho sempre pensato che invece ci vuole molto, molto più coraggio saper correggere il tiro, saper fare slalom e aggiustare la traiettoria, saper dire "ho sbagliato" e soprattutto so che il modo migliore di farlo, quando si tratta delle persone e dei rapporti con gli altri, piccoli e grandi, il modo migliore è agire con altruismo. Che non vuol dire cedere per mancanza di forza alle richieste degli altri, vuol dire saper valutare quanto è grave o meno cedere di tanto in tanto, dire sì, a volte, invece di dire sempre no.
Ma per cedere, sì, per cedere ci vogliono due coglioni così, più che resistere, se resisti per motivi di egoismo e non perché è la cosa giusta. Perché cedere vuol dire anche fidarsi. Di se stessi prima di tutto.
Eh, già, ma poi c'è il karma, ogni tanto funziona dicono, e prima o poi, me lo sento, alcune cose si ritorceranno contro chi non cede mai. E quel giorno, statene certi, io riderò tanto. O forse sarò abbastanza saggia da limitarmi a pensare "Era inevitabile".

Finita questa filippica, vi ricordo che domani è il MIO COMPLEANNO! Festeggiamo tutti con gioia il fantastico evento della mia nascita ormai 31 anni fa, e visto che i contatti qui sono solo virtuali, bevete quello che vi pare alla mia salute e mangiatevi qualcosa di sfizioso in mio onore.
Io probabilmente festeggerò qui a casa con il mio maritino e suo figlio, e ci sono ottime probabilità che ci spariamo una bella serata home video con - udite udite - il primo episodio (cioè il IV, insomma il primo ma con Harrison Ford) di Star Wars! Sinceramente, non vedo l'ora!
E pranzerò da mia mamma, che non mi vede da 2 settimane ormai, per fortuna nonostante il carico abnorme di lavoro riesco a ritagliarmi almeno questo, domani, mi sarebbe dispiaciuto rinunciare!

P.S. So che altrove dissi che avrei scritto una cosa su Stephen King, ma vorrei scriverla bene e ultimamente devo sempre scrivere post al volo perché ho molto lavoro e non trovo mai tempo! Ma ogni promessa è debito e quindi rimedierò.

P.P.S. Non scherzavo su Star Wars, non l'ho mai visto e mi sento in completo e totale difetto!

Commenti

MyP ha detto…
AUGURI IN RITARDOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!! :-D
Com'è andata la tua giornata???? Spero benissimissimissimo!
A me avevi detto che avresti scritto su King ma non c'è fretta. Quando sei pronta, io vengo a leggerti di corsa! :-)
PS: anche io non ho mai visto Star Wars ... ma non mi vergogno. Io non amo la fantascienza. Soprattutto quella esagerata. Mi piace solo se dosata bene.
Miky ha detto…
grazie mille per gli auguriiii!!!! :) ho risposto sul mio ultimo post. King anche se è re, deve aspettare! :D bacini

Post popolari in questo blog

15 motivi per vietare i matrimoni gay in Italia

Essere gay non è naturale. I veri italiani rifiutano ciò che è innaturale, come gli occhiali, le scarpe, il poliestere e l’aria condizionata.Il matrimonio gay spingerà le persone ad essere gay, allo stesso modo in cui vedere in giro persone alte fa diventare tutti alti.Legalizzare il matrimonio gay aprirà la strada a ogni tipo di stile di vita folle. Le persone vorranno sposare i propri animali domestici, perché ovviamente un cane ha una personalità giuridica e i diritti civili per sposarsi, nonché la capacità di dichiararsi consenziente o meno al contratto giuridico.Il matrimonio eterosessuale esiste da moltissimo tempo e non è mai cambiato minimamente; le donne infatti sono ancora una proprietà del marito, le nozze sono decise dai genitori, il padre ha il diritto di vita e di morte sui figli, i neri non posso sposare i bianchi e il divorzio non esiste.Il matrimonio eterosessuale perderà valore se sarà permesso anche ai gay di sposarsi. La santità dei sette matrimoni di Liz Taylor ve…

Poi sarà tutto lì

Ieri stavo scrivendo un post che parlava più o meno di serie TV. Mi piace sottolineare più o meno, perché in realtà non sono una che ne segue a bizzeffe e quindi non sono la persona più appropriata per redigere al riguardo un post davvero interessante. Ne seguo una, praticamente. Poi però la stanchezza ha avuto il sopravvento. Tirare l'orecchio per sentire se lei si sveglia, sperando che non si svegli per poter scrivere tranquillamente, a volte è più snervante che tenerla in braccio quando è stanca e non vuole dormire. E così ho pensato a una cosa che mi ha detto mio marito l'altra sera, quando mi ha vista un po' "smonata" per via di vari avvenimenti che non sto qui a descrivere nel dettaglio. E ha detto una frase che mi fa capire che a volte chi ti sta intorno ti capisce meglio di te stessa. Oppure, lo esprime più liberamente perché te lo legge chiaro in faccia. "Hai bisogno di riprenderti i tuoi spazi". Quanto è vero. Il fatto è che qualche mese fa lo…

Mi hanno intervistata...

...su mia richiesta! È stato divertente essere ospite da Moz per una delle sue ormai celebri Mozinterviste, che potete leggere qui anche perché quando mi ricapita di essere intervistata da qualcuno?
E mi ha fatto ripensare al periodo in cui ho aperto il blog e andare indietro nel tempo di 20 anni. Altro che Doc e Marty! Se volete sbirciare passate da lui 😎