Passa ai contenuti principali

E per fortuna non fa freddo...

Dunque ricapitoliamo:

voltura dall'abitazione precedente non andata a buon fine la prima volta: colpa dell'ENEL
voltura non andata a buon fine la seconda volta: colpa dell'ENEL
quindi: bollette non nostre che abbiamo dovuto pagare (e poi farci dare i soldi da chi c'è adesso di là, perché in modo diverso non si può fare): colpa dell'ENEL
arretrato di una o più bollette, non lo so, mai recapitate qui, quindi di cui non sapevamo nulla: colpa dell'ENEL
nessun avviso che c'era qualcosa da pagare, perché nelle nostre bollette risultava tutto pagato: colpa dell'ENEL.

E poi ci staccano il gas, senza preavviso? A noi? Gli errori sono stati tutti loro fin dall'inizio, e staccano il gas a noi? E dopo aver insultato ogni singolo operatore del call center che avesse la sfortuna di risponderci (o meglio: aver detto loro che lavorano per dei figli di puttana), dopo aver pagato immediatamente l'arretrato in questione, nonostante ancora non sappiamo nemmeno a quando risalga (quindi da verificare chi ha consumato quel gas in quel periodo), ancora non sono venuti a riallacciarci il gas?

A parte che l'ENEL ha appena perso un cliente per gas e luce, perché col cazzo che dò ancora soldi a quei pezzenti, ma se non sono capaci nemmeno di fare bene una semplice voltura, che dovrebbe essere appena un po' il loro mestiere, forse è meglio che si diano all'ippica.

Adesso penso proprio che mi affiderò alla migliore associazione di consumatori che riesca a trovare, perché non servirà a niente, ma rompere i coglioni almeno un po' a questa sedicente azienda potrebbe darmi qualche soddisfazione.


Commenti

bob ha detto…
Siamo diventati davvero un paese (lettera minuscola) ridicolo. Almeno una volta avevamo il turismo, e godevamo di buona fama all'estero, ma ultimamente pare abbiam perso anche questa, immotivata, reputazione. Mi capita sempre piu' spesso di incontrare gente che e' stata in Italia, in vacanza o per lavoro, che e' rimasta francamente delusa dall'inefficienza dei servizi e dalla cafonaggine e cialtroneria della gente. Non si campa di solo mare, sole e spaghetti.
Miky ha detto…
concordo su tutto. non ci rimane nemmeno più il vecchio "italiani brava gente".
Skitch ha detto…
Mah, di spaghetti potrei anche campare, ma a parte questo, non esistono altri operatori oltre all'Enel? (scusate, non sono aggiornata su certe cose) L'Italia non ha mai funzionato sui servizi in generale, e in questo caso specifico per anni l'Enel non ha avuto concorrenti, quindi potevano permettersi di cambiare le carte in tavola a loro piacimento, tanto non avevi altre possibilita'. Spero per voi che ci siano alternative (qui in Irlanda ci sono, e mi spiace dirvelo, ma l'acqua non la paghiamo almeno fino al 2016).
Miky ha detto…
in realtà per il gas prima c'era solo italgas, poi con il mercato libero se ne sono aggiunte altre. avevamo l'enel perché ce l'aveva il mio moroso dove abitava prima e abbiamo mantenuto con loro per comodità, ora come ora cerchiamo di informarci per cambiare (sperando di non passare dalla padella nella brace). il reclamo l'abbiamo mandato, ammesso che serva a qualcosa. vediamo come procede, adesso. comunque alla fine siamo stati 5 GIORNI senza gas, perché sapete com'è, il venerdì pomeriggio nessuno viene a riallacciare niente, mica si lavora di venerdì pomeriggio... mica si patisce il freddo il sabato e la domenica. non ho mai gridato tanto al telefono in vita mia.

Post popolari in questo blog

15 motivi per vietare i matrimoni gay in Italia

Essere gay non è naturale. I veri italiani rifiutano ciò che è innaturale, come gli occhiali, le scarpe, il poliestere e l’aria condizionata.Il matrimonio gay spingerà le persone ad essere gay, allo stesso modo in cui vedere in giro persone alte fa diventare tutti alti.Legalizzare il matrimonio gay aprirà la strada a ogni tipo di stile di vita folle. Le persone vorranno sposare i propri animali domestici, perché ovviamente un cane ha una personalità giuridica e i diritti civili per sposarsi, nonché la capacità di dichiararsi consenziente o meno al contratto giuridico.Il matrimonio eterosessuale esiste da moltissimo tempo e non è mai cambiato minimamente; le donne infatti sono ancora una proprietà del marito, le nozze sono decise dai genitori, il padre ha il diritto di vita e di morte sui figli, i neri non posso sposare i bianchi e il divorzio non esiste.Il matrimonio eterosessuale perderà valore se sarà permesso anche ai gay di sposarsi. La santità dei sette matrimoni di Liz Taylor ve…

Una tradizione è una tradizione

No ragazzi, qui siamo quasi fuori tempo massimo e io ancora non ho postato il mitico post di Natale! Ci sono – forse – nuovi lettori che non conoscono l'unica tradizione di questo blog, ovvero, la pubblicazione della storia di Babbo Natale più bella di sempre. Questa storia non ho mai capito se il prof Carlo Bassi l'avesse riscritta con parole sue, copiata da qualche altra parte, o magari semplicemente tradotta dall'inglese. Il blog su splinder del prof è stato uno dei primi nei quali mi sono imbattuta quando ancora non sapevo cosa fosse un blog, quando da poco avevo iniziato il tirocinio da redattrice e cercavo qualche risposta a qualche dubbio di traduzione dall'inglese. Il suo blog non è più attivo da qualche anno, e da qualche anno – ho scoperto di recente – il prof in questione è deceduto. Ma so che è stato mentore per molti, e a lui devo qualche dritta su come rendere meglio in italiano una frase in inglese, la scoperta di Mordecai Richler, una battuta di Winsto…

Sfiorarsi

Voi siete innamorati? No, non dovete rispondere raccontandomi i fatti vostri, ovviamente, ma è una domanda che mi fa riflettere, soprattutto perché mi è capitato di recente di vedere diverse persone che sembravano unite dalle circostanze, dagli anni, dalle decisioni prese in passato più che dall'amore. Parlo proprio di essere innamorati davvero – be', ognuno a modo proprio, comunque. Non so cosa significhi universalmente, ciascuno di noi, suppongo, considera la questione in modo diverso, ma so che a parte non poter immaginare di condividere la mia vita con nessun altro se non con lui, ci sono tutta una serie di cose che faccio perché c'è lui, (anche) grazie a lui, oppure pensando a lui, pensando alla sua felicità. Non significa che sacrifico me, significa che far felice me stessa è un modo per far felice anche lui (e lo so anche perché è lui per primo a dirmelo). Ma anche viceversa. So, per esempio, che quando compro un vestito che mi sta bene, sono contenta per come mi v…